WWDC: tra OS X Yosemite e iOS 8, vediamo assieme le novità

WWDC-2014-Grid-61-1024x576

Puntuale come un orologio svizzero, in quel del Moscone Center, si è svolto il consueto WWDC, appuntamento fisso per quanto riguarda le novità introdotte da Apple. Questo nuovo appuntamento, come saprete, è incentrato prevalentemente sul software, in particolar modo sui due sistemi operativi di punta di Apple, OS X e iOS.

Dopo i consueti “numeri” iniziali con statistiche di utilizzo di Mavericks (più del 50% degli utenti utilizzano il nuovo sistema operativo Apple, contro il 14% della controparte Windows 8) si passa direttamente al nuovo OS X, Yosemite.

OS X YOSEMITE

yosemite

Come era facile prevedere, il nuovo sistema operativo made in Apple, è l’anello di congiunzione tra il mondo desktop e quello mobile, creando così una visuale omogenea della sua interfaccia grafica adottando uno stile flat con barre traslucenti, e nuove icone per le applicazioni.

yosemite2

Tra le novità più interessanti, c’è quella riguardo Spotlight, completamente ridisegnato, ora è in pratica un’applicazione a se stante, che, come su iOS, ci permette di lanciare applicazione, cercare documenti o sfogliare Wikipedia.

yosemite_spotlight

 

 Cloud Drive, Mail e Safari

Cloud Drive è un sistema cross-platofrm che strizza l’occhiolino a Dropbox, e che permette salvare e condividere files tra più sistemi. Il client di posta integrato in OS X permette ora di mandare allegati tramite Cloud Drive, (il sistema si chiama Mail Drop)in pratica l’allegato passerà tramite i server Apple e verrà criptato, ed al destinatario (se userà un dispositivo non Apple) verrà chiesto di scaricare l’allegato tramite un link apposito.

yosemite_mail

 

Safari diventa invece ancora più veloce, battendo gli altri “concorrenti” nei vari test Javascript, e rifacendosi il trucco abbracciando una nuova interfaccia e delle nuove tabs, con pulsanti appositi per condividere contenuti

safari

safari2

 

Tra le chicche di Yosemite, ci sarà una maggiore interazione tra OS X e iOS (grazie a Continuity), ad esempio, si potrà chiamare o rispondere direttamente da Mac, usando iPhone, oppure, se si inizia la composizione di una email da iOS, si potrà continuare a scrivere su OS X.

Yosemite sarà disponibile gratuitamente nel prossimo autunno, mentre la beta sarà disponibile da oggi.

 

 

yosemitemailios

iosyosemitechiamate

 

 

iOS 8

E’ il momento tanto atteso. dopo i soliti numeri su quanto iOS è meglio di Android (Schiller è scatenato), si passa alle features.

La prima è senza dubbio una tanto attesa dai non jailbreakers, le notifiche interattive. D’ora in poi potremo, ad esempio, rispondere  ad un sms direttamente dalla notifica, oppure commentare o mettere “mi piace” su una notifica Facebook.

notifiche interattive ios8

ios8facebook

 

Premendo due volte il tasto home, oltre a vedere le finestre nel multitasking, potremo vedere i contatti più frequenti, in modo da poter interagire più velocemente mandando sms o chiamando (anche Facetime)contattirecenti

 

Mail ora permette una gestione delle email più immediata, grazie alle gestures. con un semplice slide verso sinistra sulla email selezionata, sarà possibile contrassegnarla o cancellarla, mentre se lo slide si effettua verso il basso, l’email verrà messa da parte per il momento, per poi visualizzarla dopo.

 

Altra grande novità è QuickType, un nuovo sistema di scrittura che “prevede” la prossima parola da scrivere, ma interpreta anche la domanda, come ,ad esempio, se riceveremo una domanda che ci chiederà se vogliamo andare a cena o al cinema, QuickType ci metterà automaticamente le opzioni “cinema “, “cena”, o “non sono sicuro”

quicktypeTra le altre novità di Messaggi, soprattutto per quanto riguarda i gruppi, c’è quella di poter stoppare le notifiche, di condividere la propria posizione tra i partecipanti ed il push to talk, ossia l’invio di messaggi vocali.

pushtotalkimessage

 

 

L’applicazione  Foto ha ora una modalità di modifica delle immagini migliorata, si potrà (tramite uno slider) regolare la luminosità o altri parametri (si potrà fare anche su OS X). E’ stata anche aggiunta una modalità di ricerca (per nome album o località dove è stata scattata la foto). é stata introdotta una modalità per i “preferiti”, se una foto verrà aggiunta ai preferiti, sarà presente e sincronizzata su tutti i dispositivi Apple (OS X incluso).

ios8foto

 

Continuity sarà presente anche su iOS 8 permettendo di integrare ogni azione su tutti i dispositivi Apple, come una chiamata vocale (che potrà essere risposta su iPad o OS X), oppure collegarsi ad un nostro Hotspot senza inserire una password.

Con Family Sharing su iOS 8 si potranno aggiungere 6 membri della famiglia ed interagire condividendo foto, informazioni (come Trova i miei amici) e files da iTunes o iBooks.

iOS 8 avrà la sua app per la salute, con Health sarà possibile monitorare tutte le attività fisiche tramite i sensori degli iDevices, e sarà possibile integrare l’applicazione con programmi di terze parti.

healtios8

Siri ora potrà esser attivato anche via voce dicendo “Hey Siri”.

Anche App Store ha ricevuto delle nuove caratteristiche, come gli App Bundles o la possibilità di inserire un video esplicativo dell’app (da parte dello  sviluppatore), oppure la sezione TestFlight, dove lo sviluppatore può invitare gli utenti a provare la sua applicazione.

Altra grossa novità (finalmente) sono i widgets. in iOS 8 sarà possibile avere widgets di diverse applicazioni, che appariranno direttamente nel Centro Notifiche

ios-8-widgets

 

Craig Federighi continua ad elencare le novità di iOS 8 ed introduce Homekit, il sistema di domotica secondo Apple. Con Homekit si potranno comandare, grazie a Siri, ad tempio le luci, la porta o il garage. Tutto ciò sara possibile con dispositivi compatibili ed in partnership con i più grossi brands, come Philips ed altri.

Altra mossa a sorpresa, è quella di aprire le porte alle tastiere di terze parti (come Swype), che una volta ricevuto il permesso di operare sul nostro dispositivo, saranno a tutti gli effetti le tastiere di default sul nostro iDevice.

Keyboards-iOS-8-2-500x333Ora i developers potranno usare le API di TouchID per le loro applicazioni, immaginate ad esempio di pigiare il vostro dito per entrare dentro PayPal o eBay 🙂

Per quanto riguarda il lato ludico, la fa da padrona Metal, un nuovo sistema che migliora ed ottimizza la renderizzazione dei processi 3D garantendo così una qualità migliore e delle performances nettamente aumentate.

Ed ecco un’altra sorpresa. Objective C, il linguaggio di programmazione usato finora per sviluppare applicazioni su iOS verrà sostituito da Swiftswift

swift2

 

Swift usa lo stesso runtime di Objective C, ma ha un approccio più semplice. con Swift Playground si potrà vedere in Xcode una preview del codice man mano che si scrive, mentre con Scene Kit, sarà facile trasportare il tutto in 3D.

swiftplayground

 

iOS Beta è disponibile a partire da oggi, mentre sarà disponibile pubblicamente nel prossimo autunno.