iOS 6: gli italiani quelli più “aggiornati”
Ott17

iOS 6: gli italiani quelli più “aggiornati”

L’Italia è in testa ad una classifica che non fa storcere il naso, suona strano vero? In una classifica stilata da Chartboost, pare che l’Italia abbia il maggior numero di utilizzatori di iOS 6, con il 65% degli utenti, superando così la Germania con 62.3%. La classifica conta tutti i dispositivi Apple (iPhone, iPod touch e iPad) e l’Europa la fa da “padrona” con le prime quattro posizioni (si aggiungono Olanda con il 60.6% ed il Regno Unito con il 57.6%. Gli Stati Uniti sorprendono al 9° posto con 54.1% subito dopo Messico e Brasile. La classifica fa capire come gli utilizzatori di iOS siano più propensi ad aggiornare subito (anche senza un jailbreak) rispetto ad Android, basti pensare che Jelly Bean non raggiunge neppure il 2% di utilizzo sui dispositivi, dopo tre mesi dal suo lancio....

Leggi tutto
Negli Hotspot dei FastFood si connettono sopratutto iPhone
Giu25

Negli Hotspot dei FastFood si connettono sopratutto iPhone

L’ultima moda dei fast food è quella di fornire una connessione WiFi gratis per permettere ai propri clienti di leggere la posta, navigare o altro mentre mangiano un panino. Il maggior fornitore di infrastrutture per questo tipo di attività è Meraki che costruisce gli hotspot per Starbucks, Burger King ed altri. Con oltre 40 milioni di utenti in 140 Paesi nel mondo, Meraki ha notato che in un anno l’uso degli smartphone come accesso alla rete è aumentato del 400%. Tra questi il dispositivo più usato è il nostro (o almeno per me) amato iPhone passato dal 25% al 32%, mentre Android è passato dall’1% all’11%. Diminuisce l’uso del PC e aumenta timidamente l’uso dei tablet. Quest’ultimo, probabilmente, formerà la tendenza del prossimo anno. Fonte:...

Leggi tutto
Se in un Apple Store sbagli pronuncia , nessuno ti dirà nulla
Giu16

Se in un Apple Store sbagli pronuncia , nessuno ti dirà nulla

La prossima volta che entrate in un Apple Store provate a chiedere di vedervi un iPhone pronunciando come si scrive in italiano, nessun dipendente di Apple vi correggerà con AiFon perchè Apple lo vieta per non far generare una sensazione di ignoranza nei clienti. E’ una delle linee guida scoperte dai giornalisti Yukari Iwati Kane e Ian Sherr intervistando decine di dipendenti in anonimato. I due hanno scoperto anche che per diventare un dipendente di un Apple Store bisogna passare per due giri di colloqui in quanto le richieste sono tantissime. Dopo l’assunzione Apple obbliga a un corso dove vengono spiegate tutte le regole da tenere. La figura professionale più ambita è il Genius del Genius Bar. Sono le star del negozio e oltre al prestigio guadagnano anche di più, circa 30 $ all’ora contro i 9-15 $ degli altri. Fonte:...

Leggi tutto
Dipendente di un Apple Store licenziato per Planking!
Giu15

Dipendente di un Apple Store licenziato per Planking!

Dopo la moda di abbassarsi sotto gli autobus un attimo prima che questi passino, negli USA hanno inventato un’altra stupida moda: il Planking, ovvero stendersi a pancia in giù, su una superficie, ed apparire stecchiti per poi farsi una foto. Divertente vero? Forse non più tanto. Di certo non farà ridere il dipendente di Apple licenziato perchè voleva far morire dal ridere gli amici fotografandosi sulla mobilia dell’Apple Store nel quale lavorava. Il direttore del negozio, scoperta la foto su un Tumblr, lo ha richiamato e licenziato per comportamenti contro la filosofia di base della società. Fonte:...

Leggi tutto
La metà degli utenti non ha mai sincronizzato il proprio dispositivo
Giu14

La metà degli utenti non ha mai sincronizzato il proprio dispositivo

Di solito Apple sa cosa è meglio per gli utenti, ma alcune volte è solo una credenza e non una certezza, quindi effettua delle analisi e corregge il tiro per semplificare l’utilizzo dei suoi prodotti. Da una recente analisi è nato iCloud con la possibilità di non dover mai collegare l’iPhone al computer. Questa analisi sarebbe stata generata dai dati raccolti dai Genius Bar, l’angolo degli esperti per l’assistenza negli Apple Store. Secondo questi dati la metà degli utenti, dopo la prima sincronizzazione iniziale, non ha mai collegato il telefono al computer. Sono utenti che hanno preferito installare le applicazioni direttamente sul dispositivo e non hanno mai fatto un backup. Ora questi utenti potranno continuare con questa tendenza. Quando iCloud sarà operativo basterà collegare l’iPhone alla presa della corrente e alla rete WiFi per sincronizzare tutto automaticamente.   Fonte:...

Leggi tutto